[BIOGRAFIA] Rita Parisi

Mi chiamo Rita Parisi, ho 30 anni e vivo a Mugnano, cittadina a Nord di Napoli. Scrivo da sempre. Per anni ho scritto poesie, guardando fuori dalla finestra, durante le ore di matematica al liceo. Poi, durante le ore di Lettere, mi sono sentita ripetere che dovevo diventare una giornalista, una scrittrice. Me lo diceva la prof. con l’aria sognante. Ci ho creduto. Maturità e Laurea in Lettere Moderne. Tesserino da Giornalista Pubblicista. Lavoro zero. Porte sbarrate se non sei nessuno. Se non sei “figlio o parente di”. Tuttavia, inizio a collaborare con diverse testate, Repubblica Napoli, Internapoli.it, AgenziaFuoritutto.it, Provincia Oggi. Intanto, inizio a buttare giù qualche racconto e nel 2008 sono finalista al Premio Metronapoli, promosso da Subway Letteratura, con “Vertigine”; l’anno dopo vinco la selezione nazionale con il racconto “Nero cenere”, pubblicato e distribuito all’interno delle stazioni delle metropolitane italiane. Nel 2010 sono, per l’ennesima volta, in finale, non vinco, ma la redazione di Subway mi commissiona un racconto per il Tabloid sullo Sport; scrivo “Fuorigioco” che viene pubblicato e distribuito in tutti gli impianti sportivi milanesi. Lo stesso racconto viene utilizzato per il convegno “Salute Mentale senza pregiudizi. Esperienze a confronto”, tenutosi a Napoli nel giugno 2011. E, a proposito di Salute Mentale, dal 2009 collaboro con il Centro Diurno Psichiatrico Riabilitativo “Gattablu” di Scampia, dove dirigo il mensile “Il Faro”, scritto interamente dai pazienti, che oggi sono la mia realtà; un impegno part time di poche ore a settimana che a stento mi permette di coprire le spese degli spostamenti, ma, al tempo stesso, un’esperienza umana impagabile.
A marzo 2012 ho pubblicato il racconto intitolato: “A mezz’aria”, all’interno dell’antologia “Italian Shorts”, a cura della casa editrice Caracò.
A luglio 2012 ho pubblicato il racconto intitolato: “Il passato non dorme mai”, primo classificato al Premio Nazionale per la Narrativa, sezione Thriller, promosso dalla rivista “Grand Hotel”.
Ad agosto 2012 ho pubblicato il racconto intitolato: “Il cerchio perfetto”, vincitore del Premio di Scrittura Creativa “Donne che fanno testo”, promosso dal quotidiano “Il Messaggero”.
Ho pubblicato anche diverse poesie all’interno di varie antologie. Nel 2003 ho pubblicato la raccolta di liriche dal titolo :”Momenti d’ombra”, edito dalla casa editrice Libroitalianoworld.
Continuo a scrivere, continuo a cercare lavoro, continuo a sperare che il talento e la passione di noi giovani non vadano sprecati. Continuo a credere che ci sia anche per noi una possibilità. Continuo a combattere, affinché alla mia generazione venga restituita la dignità.

Su TasteMyBook potete leggere brani tratti da Sabbie Mobili.

E voi? Conoscete Rita e volete dirci qualcosa su di lei? O desiderate porle qualche domanda? Fatelo qui nei commenti!

Annunci

Dicci la tua! I commenti aiutano gli autori a crescere!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...